L'ANIMA DI UNA PERSONA E COME UN CIELO STELLATO IN CUI SI CERCA SEMPRE DI TROVARE LA GIUSTA STELLA MA NON DIMENTICHIAMO CHE ESESTE L'UNIVERSO E QUANDO LO SI TROVA SI CONOSCE L'IMMENSO AMORE ……….

Il "CASO" NON ESISTE....NON è UN CASO SE TU SEI QUI....CHIUNQUE TU SIA ; TI STAVAMO ASPETANDO .SIETE DEGNI DI OGNI COSA ..

BENVENUTI NEI MIEI PENSIERI ........BUONA LETTURA A TUTTI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Non dimenticare mai che esiste il giorno e la notte, il sole e la luna. Ricordati sempre delle sconfitte e delle vittorie, dei dolori e delle gioie. Non dimenticare di amare con tutto il cuore senza fingere falsi sentimenti e soprattutto cerca di essere te stesso sino alla fine dei tuoi giorni. Non dimenticare gli amici e i nemici e nemmeno la gente umile. Ricorda i momenti di solitudine, ma soprattutto quelli di gioia e spensieratezza. Non dimenticare di aver amato, ne’ di aver odiato senza una ragione. Non dimenticare nulla di questa terra benedetta altrimenti le stelle cadenti ti trafiggeranno il cuore

Ultima

ENTRA IN CHAT !!!!!!!!


 

 

 


Get riflessioniofanima chat group | Goto riflessioniofanima website

starrrrig0


FOR YOU THAT YOU HAVE THE DARK SOUL … BUT THE FIRE IN THE HEART

Quando LA Realtà ti sbatte contro


donna glitter3

La verità è dolorosa e nessuno vuole conoscerla, soprattutto quando ci tocca troppo da vicino. A volte diciamo la verità perché è l’unica cosa che abbiamo da offrire. Alcune volte diciamo la verità perché abbiamo bisogno di dirla ad un’altra persona per poterla sentire noi stessi. Altre volte la diciamo perché è più forte di noi e qualche volta la diciamo perché è l’unica cosa che resta da fare .Nella vita c’è solo una cosa certa, a parte la morte e le tasse. Non importa quanto ci provi, non importa quanto buone siano le tue intenzioni: finirai col commettere degli errori, ferirai le persone e verrai ferito a tua volta. E se mai vorrai riparare c’è solo una cosa che potrai dire: ti perdono. Perdona e dimentica, è così che si dice. È un buon consiglio ma non è molto realistico. Quando qualcuno ci ferisce, anche noi vogliamo ferirlo. Quando qualcuno ci tratta ingiustamente, noi vogliamo essere giusti. Senza perdono i vecchi rancori non passano, le vecchie ferite non guariscono. E la cosa migliore che possiamo sperare è che un giorno saremo abbastanza fortunati da dimenticare

 

signature_1 (5)

Quando ho cominciato ad amarmi


Immagine

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,mi sono resa conto che la sofferenza e il dolore emozionali
sono solo un avvertimento che mi dice di non vivere contro la mia verità.
Oggi so che questo si chiama
AUTENTICITA’
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito com’è imbarazzante aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri, pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta, anche se quella persona ero io.
Oggi so che questo si chiama
RISPETTO PER SE STESSI.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso
di desiderare un’altra vita e mi sono accorta che tutto ciò che mi circonda
é un invito a crescere. Oggi so che questo si chiama
MATURITA’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito di trovarmi sempre
ed in ogni occasione al posto giusto nel momento giusto e che tutto quello
che succede va bene. Da allora ho potuto stare tranquilla.
Oggi so che questo si chiama
RISPETTO PER SE STESSI.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di privarmi del mio tempo libero
e di concepire progetti grandiosi per il futuro.
Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento,
ciò che amo e che mi fa ridere, a modo mio e con i miei ritmi.
Oggi so che questo si chiama
SINCERITA’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono liberata di tutto ciò
che non mi faceva del bene: cibi, persone, cose, situazioni e da tutto ciò
che mi tirava verso il basso allontanandomi da me stessa ,
all’inizio lo chiamavo “sano egoismo”, ma oggi so che questo è
AMORE DI SE’
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di voler avere sempre ragione. E cosi ho commesso meno errori.
Oggi mi sono resa conto che questo si chiama
SEMPLICITA’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono rifiutata di vivere nel passato e di preoccuparmi del mio futuro.
Ora vivo di piu nel momento presente, in cui TUTTO ha un luogo.
E’ la mia condizione di vita quotidiana e la chiamo
PERFEZIONE.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono resa conto che il mio pensiero può rendermi miserabile e malata.
Ma quando ho chiamato a raccolta le energie del mio cuore,
l’intelletto è diventato un compagno importante.
Oggi a questa unione do il nome di
SAGGEZZA DEL CUORE.
Non dobbiamo continuare a temere i contrasti,
i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri
perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine
a nuovi mondi.
Oggi so che QUESTO è LA VITA!

Immagine

A volte senza volerlo


A volte le cose accadono senza una ragione, senza che le cerchi… ti riscopri innamorata così, senza volerlo… te ne accorgi e all’improvviso,Immagine ecco il sole, il sole dentro, quello interiore, la poesia e la dolcezza, i sogni si fondono coi desideri, e a volte anche con la realtà… e poi anche il temporale ti sembra bello solo perchè sai che lui c’è esiste… lui che suscita tanto amore… e poi eccovi tu e lei… e la realtà mi è piovuta davanti agli occhi… e mi rendo conto… sola… niente, sono il nulla, sono arrivata tardi… sono solo un’ amante occasionale… per questo e per mille altre ragioni… dico basta… basta sperare, basta illudersi, basta amare a vuoto, basta soffrire, basta vivere emozioni che per quanto forti non hanno un senso… non hanno futuro..

signature_1 (1)

La felicità continua a sfuggirmi


green
Desideri, speranze e aspettative si rincorrono in ogni silenzio chiuso in sorriso muto.
Si vive di sogni, dicono, ma che accade se essi restano sempre e solo tali? Ci si può richiudere in un universo ideale di pensieri in continua allerta di un sì?
Il giorno si chiude sempre con la stessa luce di pesco, sempre con lo stesso cielo immenso, sempre con la stessa umanità, che da sempre popola la mia Terra. Posso fondermi con questo suolo, se ne respiro il sapore dolce e assaporarne l’intensa passione, celata nel sudore di mille fronti chine di lavoro. Io penso, troppo forse, a come sarebbe la mia vita se porte scorrevoli mi avessero imprigionato in istanti infiniti che vivevano più di me la mia vita. E se adesso sono io, mortale ma integra, posso solo apprezzare la vivida visione che la realtà mi ha offerto della storia già remota in me: vivo così, amo così, adesso.
Come si ama, questo è il punto adesso. Ci si ama in due?? E’ amore quello in cui si offre in modo univoco? Di sicuro no! Altalenando stati dell’essere, ci si rinchiude spesso in aridità vane e vacue, che non riescono mai a sopire i tormenti che mi uccidono ancora! Mi sono cucita addosso la corazza che deve proteggermi da chi insidia il mio equilibrio, ma ancora non riesco ad impedire gli impatti violenti e inaspettati: se ne fossi capace, tutto sarebbe diverso.
Ed io non sarei me stessa.
Ma prediligo il mio essere naturalmente me al mostrare la parte che non c’è: non riuscirei mai a fingermi quella che non vorrei essere! Il mondo ci obbliga a mascherare chi siamo, ma tutto quello che nascondiamo sopravvive in ogni lacrima respinta e trattenuta. 
Basta poco per la felicità, basta poco davvero, ma quel poco continua a sfuggirmi: uno strazio senza fine, che mi costringe alla sofferenza perenne, alternata a sprazzi di sereno!

 

signature_1 (2)

QUESTO VIDEO E X TE ANCHE SE NON LO SAI


 

 

signature_1

A VOLTE


gif_animata_san_valentino-5 

 

 

 

A volte hai solo bisogno che qualcuno ti dica che ti vuole bene,
ma nessuno lo fa. E ti chiudi in te stessa, nella tristezza e nell’orgoglio
di non saper dire: “Mi vuoi bene?”. E ogni frase non letta, ogni cosa non detta,
ti allaga il cuore come un’onda  che invece di spazzar via il dolore
ti annega nello sconforto. Pensi di essere depressa  e ti chiedi:
“Che mi succede?” tra le lacrime che calde e lente che ti rigano il viso.
E scrivendo ancora quella frase, componendo ancora quel triste poema
speri che qualcuno  ti legga nel pensiero, e sfiorando con tocco leggero
la tua anima dica…
io sono qui per te … sono arrivato per restare … perche ..

TI VOGLIO BENE .

signature_1

SANDRA

Nessuno può sentire, nessuno può capire, nessuno può giudicare…


images (54)Quando il buio improvvisamente avvolge anche l’ombra nascondendola al mondo intero si resta isolati nel proprio silenzio. Ascoltarlo non è facile. Smarrirsi è semplice. Riprendere a vivere è difficile.
Fiumi di lacrime mascherate nessuno riconoscerà, nessuno asciugherà dal tuo viso. Nessuno spontaneamente ti tenderà la mano. Elemosinare aiuto, elemosinare un abbraccio, un sorriso non ha senso.
La sofferenza dell’anima strazia, isola dal mondo intero.
La convinzione di essere soli, non capiti ma sempre giudicati accomuna molte anime sensibili. Molte anime dette ”puerili”. Anime bambine che non vogliono crescere.
Ma come si può dare giudizi di chi vive sperando nell’incontro di un’anima simile, di un’anima che sappia ascoltare anche i nostri semplici sospiri.
L’età avanza, i lineamenti del viso riflessi davanti uno specchio strizzano l’occhio, sorridono beffardamente ma riportano alla realtà.
Vivere. l’unica risposta, vivere e godersi ogni singolo giorno.
Troppo facile rispondere con queste frasi fatte. Frasi che trovo molte volte banali e di convenienza. Frasi certamente sincere ma non adeguate alle risposte che si cercano, alle risposte che il cuore vorrebbe sentire. Risposte che per chi vive nella solitudine dell’anima non saranno mai adeguate.
Ognuno vive la propria vita. Ognuno la respira come meglio crede. Ognuno si crea le proprie paure, inutili apparenti problemi e si circonda da insicurezze che vengono marchiate dai soliti giudizi troppo frettolosi. Giudizi figli della buona fede ma sempre giudizi che nessuno può e deve dare su cuori che battono, su anime che in silenzio piangono, su esseri pensanti che affrontano la vita chiedendosi il perchè di tutto.

 

 

signature_2

 

DOVE E LA VERITà?


j4fdl1lx

 

verità

LA Verità  non macchia  le labbra di la dice …ma la coscienza di chi la occulta……..    signature_1 (2)

 

« E poi da un momento all’altro ti cade il mondo addosso.


E  già. Un semplice insieme di parole non basta a descrivere il mio stato d’animo.. Proprio quello che credevi che fosse quello perfetto, quello giusto, quello nel quale sapevi di poter fidarti perchè lo vedevi diverso (tenero, disponibile, simpatico e sorridente) e forse te ne eri innamorata,in qualche modo  ti lascia, ti delude, TI FREGA. Tu ovviamente nemmeno te l’aspettavi. Ci rimani male… e pensi che scrivere su un foglio di carta come ti senti ti aiuti?.. ecco, già menti a tè stessa. Riprendersi da questo vuoto? NO. Non voglio. Non voglio distrarmi; voglio vivere questa “sofferenza” per capire dove ho sbagliato e per farmene una ragione per riuscire a far tornare in me il sorriso. Già… sembra che sia una tragedia.. Ma dico che questo sì che è una gomitata alla pancia: fa male al momento, ma poi passa, capisci che il dolore era solo ISTANTANEO e dopo dirai: “Ma quale dolore? Non era niente” e vorrei tanto che fosse così. Ma ora voglio viverlo: LASCIATEMI CAPIRE, LASCIATEMI IMPARARE. Forse ha ragione lui….o forse no ….Forse la felicità semplicemente non mi appartiene … (Quest’ultima frase rimase incisa su quel foglio imperfetto, pieno di scarabocchi, dicendo: PENSA…)

signature_2

DI COSA HO BISOGNO? in quattro parole …


73645_469372349786227_952308924_nMi guardo intorno e trovo solo persone false che mi circondano, eppure erano le stesse persone che m’avevano promesso di esserci, in qualunque istante. 
 Poi tra l’altro sto passando un periodo orribile , non so più di chi fidarmi..e se la persona fisicamente a me più vicina fosse quella che cerca di spaventarmi e di farmi del male in qualche modo ?… . Avete presente il vuoto totale? Ecco, cosi’ mi sento.
Non voglio far la depressa, per carita’. E’ che c’ho bisogno di qualcuno che resti, che non se ne va, come invece hanno fatto molti. Ho bisogno di qualcuno che mi dica  andrà’ tutto bene  anche se so che non e’ cosi. Ma forse sentirlo ci allevia il dolore,ci fa sentire meno deboli,fa rinascere la speranza in noi. Ho bisogno di qualcuno che mi stringa la mano,quando ho paura, che mi abbracci se son sola, che mi faccia ridere,magari. Ho bisogno di qualcuno che è sempre presente,che tra una battuta e l’altra mi trasmetta il suo affetto, che non esiti a correr da me quando ne sento la necessità. Ho bisogno di una spalla, di due orecchie,di un conforto,di una mano che mi asciughi gli occhi ormai bagnati dalle lacrime. Di qualcuno che possa assicurarmi che qualcosa cambierà,che mi possa trasmettere la sua fiducia, che mi possa dire che rimarrà sempre, che non se ne andrà come invece hanno fatto le persone a qui tenevo di più , o peggio ancora ..come hanno fatto i cosi detti amici … Ho bisogno di qualcuno ,……In quattro parole ? ….HO BISOGNO  DI TE
….. Per non provare quelle sensazioni che tu non vorresti io provassi mai …

signature_5

Cosa provo ora?


 

 

 

E’ strano pensare come la vita, le prospettive, le priorità cambino da un momento all’altro.
Sono stanca, ho gli occhi gonfi di pianto, sono vuota e svuotata. Sono impaurita. Sono insicura. Sono confusa. Soffro dannatamente tanto.
 
Me lo merito? Di certo. Sono sempre stata io a pensare che il male che facciamo ci torna indietro e, a valutare quello che provo ora, di male devo averne fatto molto.
Ora come ora non mi sento in grado di scegliere e decidere, per niente e di niente. Sento solo forte l’esigenza di staccarmi da ogni cosa, da ogni vita che ho legato alla mia e di lasciarle andare lontane. Sono una piccola barca alla deriva. Mi sento privata di ogni ancora e salvagente.
 
Cosa provo ora è difficile dirlo. Si può stare bene e male contemporaneamente? Si può piangere e ridere di cuore insieme?
 
Diceva Catullo:
 

Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.

Vorrei solo aver la forza di non star male e di non far del male a chi mi vuole bene. Ma ora non ne ho la forza, nemmeno per me stessa. Ma forse si deve toccare sempre il fondo prima di risalire. L’Araba Fenice brucia per rinascere. Forse, per rimanere in tema, è vero che “per aspera ad astra”.

Dove stanno le mie stelle adesso non lo so. Il mio cielo è cupo, grigio come ghisa e nuvoloso. Non vedo sole, non vedo luna e non vedo stelle. Solo un fitto bosco che non mi permette di trovare l’orientamento.

La solitudine è uno stato mentale, prima di tutto. Ed io, in questo momento, sono sola. Più che sola, perché non ho nemmeno me stessa, persa chissà dove, sull’orlo di un baratro profondo e sconosciuto.

Adesso devo cercarmi, sperando di non aver attraversato lo specchio per sempre…

signature_1 (2)

A IL MIO ANGELO


starrrrig0

 

Sentirsi sfiorare senza mai toccarti, provare emozioni e forti sensazioni, percepire la presenza di qualcuno  o di qualcosa  che ti fa sentir sicuro di te stesso e di ciò che ti circonda. Essere sereno sentirsi in pace con te  e con chi ti sta vicino, respirare l’aria perché la senti e riuscire a gustare il suo sapore. Guardare il cielo con i suoi colori  e sorridere alla vita, non succede tutti i giorni. Ringraziare chi ti ha mandato su questa terra solo perché  c’è chi ti non ti fa sentire figlio di nessuno. Tu che sei la luce che precede la mia ombra, riuscendo a far risplendere anche il mio angolo più buio.Tu che non ti presenti mai a nessuno,che ti nascondi e vieni fuori quando tutti si abbandonano al sonno della notte. Tu che sei come un bambino innamorato della mamma e che aspetta che lei si addormenti per fargli una carezza. Sarebbe troppo bello poterti restituire un po d’affetto,ma non soltanto con una preghiera.Toccherei il cielo con un dito e vivrei la mia vita in un sol momento, bastasse che tu mi dessi la tua mano e che per un solo istante, potrei essere io…

 il tuo angelo custode…….

signature_2

IMMAGINI


QUANDO SONO TRISTE


Quando sono triste io… cammino, è un dato di fatto. Posso fare anche dei km senza accorgermene. Di solito scelgo luoghi d’interesse pubblico come centri storici o lunghi viali costeggiati da negozi. “Le donne quando sono giù di morale vanno a fare shopping”. Io no, io.. cammino. Probabilmente è una sorta di fuga quindi è meglio dire che io… scappo. Da chi? Da cosa? Dai miei pensieri, dalle preoccupazioni e dai problemi. In pratica, come la maggior parte delle persone mi dileguo e mi nascondo. Un passo dopo l’altro e in questo lento e cadenzato dondolio ritrovo la calma e la serenità. Non importa che tempo faccia, io esco lo stesso e..cammino. Ognuno di noi ha un suo metodo personale per ritrovare e ritrovarsi, io ho il mio. Durante la passeggiata mi soffermo ad osservare il mondo che mi circonda. La città è sempre frenetica e rumorosa ma in alcuni angoli regna una sorta di staticità permanente. Basta entrare in una chiesa o sedersi su una panchina del lungomare. L’acqua è ferma, le sponde sono ferme, senza un alito di vento anche gli alberi …..

BUON 2013 A TUTTI …MA PROPRIO A TUTTI


♥ Felice anno nuovo per tutti..
Con la speranza che il nuovo anno porti su tutta la terra la pace,la bontà e la serenità sopratutto a coloro che soffrono per le avversità che ogni giorno incontrano sul loro sentiero… Infiniti pensieri d’amore che l’anno nuovo sia pieno di sole .. E da domani ogni giorno che verrà, sia per te colmo di felicità….E se per caso stasera durante la festa, sentirai un leggero bacio scivolare sulla tua guancia, non preoccuparti, saranno solo i miei auguri per il nuovo anno che arriva ..Il nuovo anno sarà un libro di 365 pagine vuote, fai di ogni giorno il tuo capolavoro..Usa tutti i colori della vita e mentre scrivi sorridi… Auguri per un nuovo anno pieno di ” S ” salute, soldi, serenità, sogni,successo e speranze… Vi chiederete perché non ho messo il sesso…. ebbene, faccio auguri, mica miracoli…..
L’augurio che vi do, è accompagnato da un grazie,un grazie particolare a chi c’è sempre e mi ha dato senza chiedermi nulla in cambio…Un grazie a chi con un semplice sguardo, mi dona il suo affetto… Un grazie alla mia famiglia che mi da un bene incondizionato, un grazie ai miei amici virtuali, che magari senza o sapendolo mi tengono compagnia nei momenti tristi… Un grazie a te che mi stai accanto…. BUON ANNO DI VERO CUORE A TE CHE STAI LEGGENDO… ♥

QUEDATE (poesia di gian franco pigliaro)


cuore nella manoAmor mío por favor, quédate

yo te cuidare, me ocupare de ti,

te haré feliz, nada te faltarà.

Seré tu ciervo, tu criado, tu valet

iré al mercado, limpiarè la casa

lavarè tu ropa y la plancharè

cocinarè, te serviré el café.

Vestiré de rosas nuestra cama

te vestiré y te desnudarè

y te haré el amor si tienes ganas

si no tienes ganas, no te tocarè

me atarè las manos.

Esperarè paciente

como quien espera una limosna

pero por favor… QUEDATE!

Nadie hará mas por ti

nadie te dará màs

porque nadie te amarà màs

Seré lo que tù quieras, como tù quieras

negarè mi fè, te levantarè un altar

me arrodillarè ante ti y te rezarè

Cambiarè mi nombre si no te gusta

cada deseo tuyo lo cumpliré

lo que pidas lo conseguiré

a nada te diré que no

pero por favor… QUEDATE!

no se vivir sin ti.

Al que te ofende, lo castigarè

lo que odias, lo combatiré

haré de tu amor, mi guerra santa

seré el cruzado de tu corazón

pero por favor… QUEDATE!

Porque si te vas…

perderé todas las batallas

me rendiré sin condición

estaré a merced de la humillación

desapareceré en mi propia sombra

me convertiré en mi propia làpida

y nunca sabrás, si lo que te digo

si lo que te estoy diciendo

ES CIERTO!!!

POR FAVOR … QUÉDATE!!!

Autor: GIAN FRANCO PAGLIARO

NELLE TUE MANI…. IL MIO CUORE


Com’è triste non riuscire a trovare parole che non abbia gia’ detto.

Mi piacerebbe saperne coniare di nuove, che abbiano la stessa efficacia delle tante gia’ espresse…

avere la fantasia  di un poeta, per esprimere sentimenti ed emozioni…

saper cogliere dal silenzio le verita’ nascoste  e comprendere il perche’ delle bugie dette.

E’ inutile ogni mio sforzo di colmare il vuoto che ho dentro, anche se ho riempito le mie giornate tanto da essere sfinita, quando arriva la notte.

In ogni mio pensiero c’è sempre un po’ di te… di noi.

Ho messo il mio cuore nelle tue mani e anche se so che prima o poi lo farai  briciole… eppure…

è l’unico posto in cui lo riporrei altre cento, mille volte…….

MAGICHE ARTE FILE SALE

Benvenuto sul nostro sito internet io ti accompagnerò durante la tua visita. Clicca sulle voci del menù di navigazione per accedere alle aree di tuo interesse. Se hai bisogno del mio aiuto, clicca sulla mia icona.

LINH THỂ

- Duy -

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

dottorecomputer

The greatest WordPress.com site in all the land!

ღღღ ANIMA LIBERA ღღღ

PUOI CONOSCERE LA MIA ANIMA....SOLO ATTRAVERSANDOLA!

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

esorcista di farfalle

Se i tempi non chiedono la tua parte migliore inventa altri tempi. (Baolian, libro II, vv. 16-17)

La casa dai mattoni di sogni

Sono un cactus, pungente e solitario, ma se per caso ti perdessi nel deserto dell'anima, potresti bere alla mia fonte, così scopriresti l'insidiosa contraddizione tra ciò che sono e quel che appare.

Roberto De Ficis

Scoprire, conoscere, raccontare.

Claudio Guiduccio jedi Spega

Meglio una gallina oggi che un uovo domani

psicoevoluzione

«La mente umana è come un paracadute, funziona solo quando è aperta» Frank Zappa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: